Mps, Veneto Banca e Popolare Vicenza a rischio senza sostegno esterno - Dbrs

martedì 24 gennaio 2017 14:57
 

MILANO, 24 gennaio (Reuters) - Non solo il Monte dei Paschi di Siena ma anche Veneto Banca IPO-BPVS.MI e Popolare Vicenza IPO-VENE.MI, che nel corso del 2016 hanno visto pesanti deflussi di depositi e sono rimaste escluse dal mercato dei capitali, potrebbero semplicemente fallire se non intervenisse un sostegno esterno, ovvero pubblico.

Lo dice un breve rapporto Dbrs dal titolo 'Debolezza protratta richiede ulteriore intervento', in cui l'agenzia aggiorna il proprio giudizio sul panorama dell'industria del credito italiano.

"Il settore bancario continua a doversi confrontare con prospettive economiche modeste e un elevato stock di crediti non performing, la fiducia degli investitori che resta volatile e una cornice normativa più rigida", scrive l'agenzia canadese che il 13 gennaio ha declassato il rating sovrano dell'Italia, portandolo da 'A(low)' a 'BBB(high)'.

"In un simile contesto, un'ampia parte del settore bancario dovrà prendere provvedimenti aggiuntivi mirati alla riduzione dei costi e al rafforzamento dei coefficienti patrimoniali".

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Mps, Veneto Banca e Popolare Vicenza a rischio senza sostegno esterno - Dbrs | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,913.28
    -0.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,750.70
    +0.16%
  • Euronext 100
    942.98
    +0.23%