Banche, in trim3 2016 nuovi crediti deteriorati scesi al 2,6% totale - Bankitalia

venerdì 20 gennaio 2017 15:02
 

ROMA, 20 gennaio (Reuters) - Le migliori prospettive di ripresa dell'economia italiana trovano corrispondenza in una graduale riduzione dei nuovi crediti deteriorati rispetto al totale dei finanziamenti delle banche.

Lo rileva la Banca d'Italia nel suo Bollettino Economico.

In particolare "nel terzo trimestre del 2016 il flusso dei nuovi crediti deteriorati sul totale dei finanziamenti, al netto dei fattori stagionali e in ragione d'anno, è sceso di tre decimi di punto (al 2,6%)" si legge nel documento.

L'indicatore è diminuito di quattro decimi per i prestiti alle imprese (al 4,1%) e di due per quelli alle famiglie (all'1,7%).

Per le banche significative, "nel trimestre estivo l'incidenza dei crediti deteriorati sul totale dei finanziamenti è rimasta sostanzialmente stabile, sia al lordo sia al netto delle rettifiche di valore (17,9% e 10,5%, rispettivamente)".

Il tasso di copertura, cioè il rapporto tra le rettifiche e la consistenza dei prestiti deteriorati, è aumentato al 47,3%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Banche, in trim3 2016 nuovi crediti deteriorati scesi al 2,6% totale - Bankitalia | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,790.86
    -1.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,010.02
    -0.96%
  • Euronext 100
    1,011.89
    +0.00%