BTP-Tasso decennale a massimi da fine novembre, spread giù su roll Bund

giovedì 26 gennaio 2017 09:11
 

MILANO, 26 gennaio (Reuters) - Mercato obbligazionario italiano in calo nelle prime battute della seduta odierna, ancora sulla scia della sentenza di ieri della Corte costituzionale sulla legge elettorale e delle sue conseguenze in termini di eventuali elezioni politiche anticipate.

In apertura, su piattaforma Tradeweb, il tasso sul Btp a 10 anni sale al 2,15% dal 2,11% dell'ultima chiusura, segnando un massimo dallo scorso 25 novembre ovvero da prima del referendum costituzionale di dicembre.

Lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali scende a 167 punti base dai 172 della chiusura di ieri. Si tratta tuttavia di un movimento tecnico, legato al 'roll' odierno, su Tradeweb, del benchmark tedesco al nuovo titolo febbraio 2027 dal vecchio agosto 2026.

Stamattina intanto parte la sessione di collocamenti italiani di fine mese con l'offerta di Ctz e Btpei per un importo complessivo fino a fino a 3,5 miliardi. In avvio di seduta, il Ctz scambia al rendimento di 0,14%, contro lo 0,283% registrato nell'ultimo collocamento del titolo, di novembre.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
BTP-Tasso decennale a massimi da fine novembre, spread giù su roll Bund | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,609.16
    +0.06%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,818.40
    +0.10%
  • Euronext 100
    1,010.93
    -0.08%