Emissioni Tesoro, Qe disinnesca 2017 pesante per scadenze e salva-banche

giovedì 22 dicembre 2016 12:04
 

di Elvira Pollina

MILANO, 22 dicembre (Reuters) - L'anno prossimo si prospetta pesante dal punto di vista delle scadenze e della raccolta per il Tesoro che dovrà inoltre confrontarsi con la possibilità di aumentare il debito fino a 20 miliardi al fine di mettere in sicurezza le banche in difficoltà.

Via XX Settembre potrà però beneficiare del quantitative easing dalla Banca centrale europea che comprerà titoli di Stato dei paesi della zona euro per tutto il 2017, anche se da aprile il ritmo di acquisti mensili si ridurrà di un quarto, da 80 a 60 miliardi.

Nei prossimi 12 mesi Banca d'Italia e Bce acquisteranno carta italiana per oltre 80 miliardi, secondo calcoli Reuters, ben al di sopra delle emissioni nette del Tesoro, stimate attorno ai 45 miliardi.

Considerando il Qe, l'offerta netta è quindi negativa per circa 35 miliardi, e resterebbe sotto zero anche se venissero emessi tutti i 20 miliardi autorizzati dal Parlamento per salvare gli istituti di credito.

EMISSIONI LORDE OLTRE 400 MLD

Complessivamente, secondo le stime di Intesa Sanpaolo, comprensive anche degli strumenti a brevissimo, le emissioni saliranno a 413 miliardi, contro i 393 miliardi collocati nel 2016 secondo calcoli Reuters.

Sul comparto medio-lungo, che comprende i Ctz, Roma l'anno prossimo dovrà raccogliere 260 miliardi di euro in titoli, "circa 10-15 miliardi di euro in più rispetto a quest'anno, principalmente per effetto di scadenze più consistenti", scrivono in un report gli strategist di Ing.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Emissioni Tesoro, Qe disinnesca 2017 pesante per scadenze e salva-banche | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,942.16
    +0.73%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,151.88
    +0.62%
  • Euronext 100
    1,008.43
    -0.34%