BTP, tasso 10 anni sotto livelli apertura ieri su attese Bce, meno chance M5S

martedì 6 dicembre 2016 09:21
 

MILANO, 6 dicembre (Reuters) - Avvio in rialzo per il mercato obbligazionario italiano, con il rendimento del decennale riportatosi sotto i livelli di apertura di lunedì, all'indomani della sconfitta del premier Matteo Renzi al referendum e all'annuncio delle sue dimissioni.

Intorno alle 9, il tasso del decennale italiano scende a 1,96% da 2,005% della chiusura di ieri, riportandosi sotto il livello di apertura di ieri, ovvero 1,97%.

In discesa lo spread con l'analoga scadenza del Bund , che si stringe a 165 punti base da 167 di ieri sera, sui livelli di metà novembre.

Già ieri il mercato ha mantenuto un atteggiamento costruttivo nei confronti della carta italiana, nononostante l'esito della consultazione referendaria, che peraltro era già in parte prezzato.

A sostenere i prezzi di tutto l'obbligazionario della zona euro, le aspettative nei confronti della riunione Bce di giovedì che, anche alla luce dell'incertezza politica italiana, dovrebbe procedere senza indugio al prolungamento del quantitative easing di sei mesi.

Inoltre, tra gli operatori la convinzione diffusa è che l'esito del referendum porterà alla formazione di un esecutivo ad interim che riformi l'Italicum in chiave più proporzionale, disinnescando la possibilità di una vittoria del Movimento Cinque Stelle, un'incognita per i mercati.

  Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
BTP, tasso 10 anni sotto livelli apertura ieri su attese Bce, meno chance M5S | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,790.86
    -1.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,010.02
    -0.96%
  • Euronext 100
    1,011.89
    +0.00%