Referendum, Lotti: Pd riparta da 40% di ieri

lunedì 5 dicembre 2016 16:24
 

ROMA, 5 dicembre (Reuters) - Il 40% non come cifra della sconfitta ma come risultato dal quale ripartire per il Pd.

Così Luca Lotti, tra i più stretti collaboratori del premier uscente Matteo Renzi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e tra i principali promotori del sì al referendum, commenta in un tweet la pesante sconfitta di ieri.

Con una affluenza alle urne vicina al 70%, il no al referendum ha ottenuto il 60% circa delle preferenze a fronte del 40% a favore della riforma.

"Tutto è iniziato col 40% nel 2012. Abbiamo vinto col 40% nel 2014. Ripartiamo dal 40% di ieri!", scrive Lotti.

Il riferimento è alla percentuale di voti raccolti dal segretario Pd quando nel 2012 fu sconfitto alle primarie da Pier Luigi Bersani, sconfitta dalla quale ricominciò il cammino per scalare di lì a poco il partito.

Il secondo 40% è quello della vittoria alle elezioni europee del 2014.

Infine il 40% raccolto ieri.

Anche il senatore Andrea Marcucci, uno degli esponenti Pd più vicini a Renzi, scrive che "Il deve guardare avanti, non indietro. E ripartire con Renzi, dal 40% dei Sì al referendum".

Renzi presenterà le sue dimissioni al capo dello Stato Sergio Mattarella stasera, dopo un Consiglio dei ministri convocato per le 18,30.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Referendum, Lotti: Pd riparta da 40% di ieri | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,833.88
    -0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,060.63
    -0.45%
  • Euronext 100
    1,013.91
    -0.33%