Legge Bilancio, Pil 2017 a +1% è target ambizioso - Bankitalia

lunedì 3 ottobre 2016 16:43
 

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - La crescita del Pil a +1% nel 2017 è un "obiettivo ambizioso" e richiede pertanto "grande cura" nel definire la prossima legge di Bilancio.

Così, nel corso di un'audizione alla Camera, la Banca d'Italia commenta il nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica diffuso dal governo la scorsa settimana.

"Nello scenario programmatico per il 2017, la dinamica del prodotto è significativamente maggiore di quella del quadro tendenziale", dice il vice direttore generale di Via Nazionale, Luigi Signorini, ricordando che a fronte del target di +1% la crescita tendenziale è indicata a +0,6%.

La manovra del prossimo anno sarà presentata entro il 20 ottobre e, secondo Bankitalia, è "opportuno" concentrare l'attenzione sulle misure che "possono favorire una rapida ripresa degli investimenti sia privati sia pubblici".

"Gli effetti recessivi delle necessarie coperture finanziarie potranno essere contenuti se si riusciranno a individuare sprechi da eliminare e a contenere i costi di funzionamento della amministrazione pubblica", dice Signorini, spronando l'esecutivo ad andare avanti "con determinazione" sulla strada della riduzione della spesa.

Il nuovo quadro rinvia al 2017 il calo del rapporto debito/Pil. Bankitalia ritiene che il governo debba sfruttare lo spazio di manovra offerto dalla politica monetaria espansiva della Bce.

"La riduzione del peso del debito sull'economia resta un obiettivo strategico".

Guardando all'anno in corso, Signorini dice che dopo l'arresto del secondo trimestre, il Pil "potrebbe tornare a crescere nel terzo, anche se a ritmi molto modesti".

"I dati sui flussi di cassa delle amministrazioni pubbliche sono fino a questo momento coerenti con la stima di disavanzo del governo per il 2016", pari al 2,4%, dice Signorini.   Continua...