Poste, lunedì Cdm su cessione 29,7% in mano a Tesoro - fonti

giovedì 26 maggio 2016 13:34
 

ROMA, 26 maggio (Reuters) - Per lunedì 30 maggio è atteso il consiglio dei ministri con all'ordine del giorno il decreto sulla cessione del 29,7% di Poste che resterà in mano al ministero dell'Economia, dopo il conferimento del 35% a Cassa depositi e prestiti (Cdp).

Lo riferiscono fonti governative.

Il conferimento avverrà a fronte di un aumento di capitale di Cdp riservato al Tesoro.

L'operazione, annunciata ieri a tarda sera, ha lo scopo di rafforzare la base patrimoniale della Cassa che potrà così raggiungere più facilmente gli obiettivi del suo piano industriale.

Il provvedimento all'esame del governo è un decreto della presidenza del consiglio (Dpcm) e serve a disciplinare le modalità di collocamento sul mercato del 29,7% di Poste.

I criteri "verranno deliberati dal prossimo Consiglio dei Ministri con apposito Dpcm", si legge nella nota del Mef pubblicata ieri sera.

Il titolo non ha reagito bene all'annuncio dell'operazione e alle 13,20 perde oltre l'1% a 6.7650 punti.

Il Tesoro ha collocato una prima tranche del 35% di Poste sul mercato incassando 3 miliardi. Il titolo ha debuttato il Borsa il 27 ottobre 2015.

Alla riunione di governo di lunedì 30 dovrebbero essere varati anche i primi decreti correttivi del Jobs act su voucher e solidarietà espansiva.   Continua...