MONETARIO-Tassi stabili su deposit rate, atteso dato su rimborsi Tltro

venerdì 10 giugno 2016 12:09
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Tassi a brevissimo allineati al limite inferiore della deposit facility, mentre il mercato monetario attende oggi la comunicazione da parte della Bce su quanti rimborsi anticipati sono stati effettuati dalle banche sui fondi Tltro.

** Il dato, che verrà pubblicato alle 14 fornirà un'indicazione utile a quantificare le richieste che potrebbero arrivare nelle prossime operazioni di finanziamento a lungo termine Tltro II, la prima delle quali si terrà questo mese.

** Come spiega il tesoriere di una banca milanese, tale importo "sarà la base, senz'altro con l'aggiunta di qualcosa in più, per capire quanti fondi verranno presi nelle prossime aste Tltro II; non necessariamente tutto verrà preso nell'asta di giugno, ma mi aspetto comunque richieste già molto consistenti".

** Un sondaggio Reuters di lunedì scorso stima richieste da parte delle banche nella prima asta Tltro II (i cui risultati saranno comunicati il 24 giugno) per circa 450 miliardi.

** Intorno alle 12,40, su General Collateral Italia , l'overnight scambia a -0,39%, il tom/next a -0,39% e lo spot/next -0,39%.

** "L'unico elemento capace di spostare i tassi sarà il fine mese, che in questo caso sarà anche scavalco di semestre" prosegue il tesoriere. "Non è escluso un picco dei tassi in positivo, comunque limitato alle sole sedute interessate dalla scadenza tecnica, poi ovviamente ci si ristabilizzerà verso il -0,40%".

** Nel frattempo un lieve rialzo -- non più di un paio di centesimi secondo gli operatori -- potrebbe comunque aversi in concomitanza con i riversamenti fiscali in Italia. La finestra di questo mese è nella settimana tra il 20 e il 24 giugno, con fuoriuscite dai conti correnti stimate in 55-60 miliardi di euro.

** L'eccesso di liquidità nel sistema viene al momento collocato in circa 850 miliardi, praticamente in linea con gli 840 della settimana scorsa.

** Martedì, nel p/t settimanale, la Bce ha collocato fondi per 50,848 miliardi, sui 51,905 in scadenza; la stima del benchmark è negativa per 294 miliardi, in aumento dai -624 della settimana precedente.   Continua...