Austria raggiunge accordo di massima con creditori bad bank Heta

mercoledì 18 maggio 2016 09:57
 

VIENNA, 18 maggio (Reuters) - Il governo austriaco ha raggiunto un accordo di massima con i creditori della bad bank Heta, che apre la strada ad un'offerta di riacquisto titoli programmata per l'inizio di settembre. Lo ha reso noto il ministero delle Finanze austriaco.

La Carinzia, che garantisce gli 11 miliardi di euro di debiti in essere di Heta, offrirà ai creditori senior un prezzo di riacquisto pari al 75% del valore nominale originario dei titoli, mentre ai creditori junior sarà offerto un prezzo di riacquisto pari al 30% del valore nominale iniziale.

L'accordo, ha spiegato il ministro delle Finanze Hans Joerg Schelling, permetterà di risolvere il contenzioso con i creditori di Heta in via extra-giudiziale, evitando il default di Heta e dalla Carinzia. Se l'offerta verrà accettata, ha detto Schelling, non ci saranno procedimenti giudiziari.

L'offerta precedente, che includeva un meccanismo tramite cui i detentori del debito avrebbero potuto investire i proventi in un bond della durata di 18 anni privo di cedola, portando così il tasso di rimborso per i creditori senior all'82%, non è andata a buon fine. La nuova offerta prevede un accorciamento della durata del bond a 13,5 anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia