May 17, 2016 / 2:32 PM / a year ago

In prossimo Cdm solidarietà espansiva, multe voucher - Del Conte

4 IN. DI LETTURA

* La solidarietà espansiva può interessare Telecom Italia

* Voucher, il governo vuole eliminare gli abusi - Del Conte

* A giugno il decreto su 'finanza per la crescita'

* Riforma contrattuale, disegno di legge in autunno

di Francesca Piscioneri

ROMA, 17 maggio (Reuters) - Introduzione della solidarietà espansiva e multe tra 400 e 2.400 euro in arrivo per ogni omessa comunicazione nell'utilizzo dei voucher.

Sono questi i due correttivi al Jobs act che il governo varerà al prossimo Consiglio dei ministri, secondo quanto riferito a Reuters da Maurizio Del Conte, estensore del Jobs act e nella squadra di economisti e giuristi capitanata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini.

I contratti di solidarietà difensiva che prevedono una riduzione dell'orario di lavoro per evitare licenziamenti, potranno essere trasformati in contratti di solidarietà espansiva nei quali la riduzione di orario è pensata per favorire nuove assunzioni a condizione che il taglio complessivo dell'orario non sia superiore a quello già concordato.

Lo Stato si impegna a pagare, attraverso la cassa integrazione, il 50% della integrazione salariale mentre l'impresa coprirà il restante 50%.

La norma era stata esclusa dai decreti attuativi al Jobs act varati lo scorso settembre perché considerata onerosa. Telecom Italia e altre aziende avevano subordinato i propri piani di crescita occupazionale alla elargizione di queste risorse.

Il governo si appresta anche a correggere la normativa sui voucher, buoni per le prestazioni di lavoro accessorio da 10 euro (7,5 euro netti).

Il Jobs act dello scorso anno ha innalzato da 5.000 a 7.000 euro il tetto annuo dei compensi che ciascun lavoratore può ricevere attraverso il voucher (circa 2.000 euro da parte di un singolo committente).

Nati inizialmente per pagare prestazioni occasionali, i voucher hanno registrato una impennata, destando timori per le ricadute negative sui diritti dei lavoratori. Da qui la pressione sul governo per correggere la norma.

"La norma sui voucher è già scritta", ha detto Del Conte.

"Si tratta di un meccanismo anti abusi, attraverso l'obbligatorietà di un invio telematico, per posta elettronica o sms, del voucher. Non sarà più possibile la prassi che, purtroppo, sospettiamo diffusa da parte delle imprese, dell'acquisto di blocchi di voucher non attivati fino a quando non si sa che c'è il controllo".

Qualora l'ispezione rilevasse che l'attivazione non è stata comunicata, la norma prevede "da 400 a 2.400 euro di sanzione in relazione a ciascun lavoratore per cui è omessa la comunicazione", è scritto nel decreto.

Arriverà invece a giugno il decreto 'finanza per la crescita' delle imprese che, come confermato anche dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, conterrà misure volte ad incentivare gli investimenti di lungo termine nelle piccole e medie imprese.

Dal decreto è stata espunta la riforma contrattuale per la quale in autunno sarà presentato un disegno di legge a parte.

"Si è ritenuto che lo strumento decreto legge non fosse il più idoneo. Sarà oggetto di un ddl e quindi con tempi più lunghi che consentiranno anche un confronto più ampio con tutti i soggetti interessati".

Il governo non esclude la introduzione del salario minimo legale ma sarà necessario uno studio "approfondito" per capire quali siano le aree del lavoro scoperte dal contratto nazionale.

"Oggi di fatto il ruolo del salario minimo è sostituito dal contratto collettivo nazionale", conclude Del Conte.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below