Creval, peccato scartare a priori M&A con Pop Sondrio, guarderemo ad altro - DG

mercoledì 11 maggio 2016 11:06
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Credito Valtellinese vorrebbe esplorare fino in fondo la possibilità di un'operazione di integrazione con Pop Sondrio, anche se quest'ultima si è detta contraria ad un'ipotesi di questo tipo. Se la strada è impercorribile allora guarderà ad altre opzioni in tema di M&A.

Lo ha detto il direttore generale Mauro Selvetti nel corso della conference call sui risultati del primo trimestre.

"Riteniamo che sarebbe un peccato scartare a priori una operazione con Popolare Sondrio. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo", ha detto il DG.

"Ci piacerebbe arrivare a questa conclusione dopo avere visto le carte e fatto un lavoro insieme; e laddove poi si vedrà che i 'contro' sono più che i 'pro', l'operazione potrà essere abbandonata di comune intesa", ha aggiunto Selvetti a chi gli ricordava le ultime dichiarazioni emerse nell'assemblea di Pop Sondrio, secondo cui un'aggreazione con il Creval sarebbe controproducente.

Per il manager la strada per aumentare l'efficienza e raggiungere maggiori economia di scala rimane comunque quella di un aumento delle dimensioni attraverso operazioni di M&A.

Se dunque l'ipotesi con Pop Sondrio non sarà percorribile "bisognerà pensare a qualcos'altro", ha aggiunto senza offrire ulteriori indicazioni sul potenziali parnter.

"C'è ancora tempo, dobbiamo fare l'assemblea sulla trasformazione in Spa ad ottobre. Credo che le questioni matureranno per tutti nell'anno prossimo", ha concluso.

In tema di Npl Selvetti ha detto che il gruppo intende "esplorare l'utilizzo con Atlante per quanto rigarda una cessione su cui stiamo lavorando".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia