Deutsche Bank indagata da pm Trani per manipolazione mercato in 2011 - fonte

venerdì 6 maggio 2016 10:01
 

BARI May 6 (Reuters) - Deutsche Bank è indagata dalla procura di Trani per presunta manipolazione di mercato in relazione alla vendita, nel 2011, di titoli di Stato italiani per circa 7 miliardi di euro.

Lo riferisce una fonte investigativa che parla di cinque indagati tra gli ex top manager della banca tedesca, che è essa stessa indagata come società per responsabilità amministrativa.

"Un decreto di sequestro è stato firmato dal pm di Trani Michele Ruggiero ed eseguito dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Bari", dice la fonte che specifica che l'ipotesi di reato è manipolazione di mercato.

Il periodo di riferimento è quello della fine del governo Berlusconi.

L'accusa di manipolazione, spiega la fonte, è legata al fatto che, secondo il Pm, Deutsche Bank disse pubblicamente agli inizi del 2011 che non esistevano problemi sul debito sovrano italiano, mentre "intorno a giugno-luglio la banca mise in vendita quasi tutto il suo portafoglio di titoli di Stato italiani per un totale di 7 miliardi di euro su 8 miliardi complessivi in portafoglio".

Nessun commento immediato da parte di Deutsche Bank.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia