Ue, per Italia, Francia, Spagna e Portogallo a rischio target conti

martedì 3 maggio 2016 11:29
 

BRUXELLES, 3 maggio (Reuters) - Tre delle quattro maggiori economie della zona euro probabilmente non rispetteranno gli obiettivi di deficit e riduzione del debito pubblico fissati dall'Ue per quest'anno e il prossimo, a meno che non verranno adottate misure urgenti.

È quanto mostrano le stime di primavera della Commissione europea, pubblicate oggi.

In particolare, Bruxelles prevede che Italia, Francia e Spagna -- cui si aggiunge anche il Portogallo -- non saranno in grado di centrare gli obiettivi posti dai ministri finanziari dell'Ue nell'ambito della procedura per iPpaesi con deficit eccessivo e debito troppo alto.

Le stime della Commissione, insieme ai piani a medio termine di rientro dei conti pubblici presentati il mese scorso dai singoli governi, saranno la base per la decisione dell'esecutivo Ue, attesa nella seconda metà di maggio, sull'eventuale apertura di procedure d'infrazione contro tali Paesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia