Fabbisogno gennaio-aprile peggiora a 34,578 miliardi - Tesoro

lunedì 2 maggio 2016 20:03
 

ROMA, 2 maggio (Reuters) - Nel mese di aprile si è realizzato un fabbisogno del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 8,2 miliardi, che si confronta con un fabbisogno di 6,182 milioni nel corrispondente mese del 2015.

Lo rende noto un comunicato del Tesoro.

Il fabbisogno dei primi quattro mesi dell'anno si attesta a 34,578 miliardi con un aumento di circa 5 miliardi rispetto al periodo gennaio-aprile del 2015.

Il Tesoro spiega che "nel confronto con il corrispondente mese del 2015 il fabbisogno di aprile sconta minori incassi, parzialmente compensati da una riduzione nei pagamenti delle amministrazioni centrali e locali".

"La flessione negli incassi fiscali, in particolare, riflette le nuove modalità di scomputo dei crediti vantati relativamente al pagamento dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale, al netto della quale la dinamica delle entrate fiscali permane positiva".

La flessione d'imposta registrata nel mese di aprile, secondo il Tesoro, sarà riassorbita nei mesi successivi.

Quanto al peggioramento dei primi quattro mesi del 2016, è da attribuire a partite straordinarie come "il mancato pagamento del canone Rai nei primi mesi dell'anno, nonché il riversamento in tesoreria delle disponibilità liquide delle Camere di commercio, che aveva migliorato il fabbisogno per circa 1.200 milioni a inizio 2015. Al netto di queste partite straordinarie e tenendo conto della dinamica di incassi e pagamenti prevista per i mesi successivi, il saldo del settore statale è in linea con le previsioni contenute nel Def".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia