Assicurazioni non hanno concesso credito diretto a imprese -Bankitalia

venerdì 29 aprile 2016 15:02
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Le compagnie assicurative italiane non hanno finora concesso finanziamenti diretti alle imprese, una possibilità introdotta dal governo nel 2014 per tentare di rafforzare i canali alternativi al credito bancario.

Lo dice Banca d'Italia nel primo rapporto di stabilità finanziaria del 2016, pubblicato oggi.

"Nessuna compagnia ha concesso finanziamenti diretti" si legge.

Assicurazioni e società di cartolarizzazione sono stati autorizzati a concedere credito diretto alle imprese dal decreto sulla semplificazione e sulla competitività d'impresa del giugno 2014.

Bankitalia spiega che gli investimenti delle assicurazioni restano concentrati nei titoli di Stato, in prevalenza italiani, sottolineando comunque che, a quanto emerge dalle indagini periodiche dell'Ivass, "le compagnie stanno diversificando i propri investimenti mediante l'acquisto di titoli obbligazionari privati e quote di fondi comuni, ma non sono in atto strategie volte a innalzare i profili di rischio e di rendimento dei portafogli".

Il rapporto sottolinea in particolare che gli investimenti diretti delle compagnie in obbligazioni emesse da imprese non quotate (minibond) e in titoli derivanti da cartolarizzazioni di tali strumenti "rimangono su livelli assai contenuti", rispettivamente 13 e 10 milioni di euro nel 2015.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia