Bce, programma corporate bond difficilmente sarà soluzione per imprese

giovedì 28 aprile 2016 17:06
 

FRANCOFORTE, 28 aprile (Reuters) - L'annuncio del piano Bce di acquisto di bond societari ha dato slancio ai mercati del credito permettendo a diverse società europee, come Unilever <UNc.ASA o Sanofi, di finanziarsi in questi giorni praticamente a costo zero. Gli effetti del programma sull'economia reale resteranno però probabilmente limitati.

Le aziende sembrano infatti rimanere caute su investimenti o nuove assunzioni, a causa di previsioni pessimistiche sulle prospettive della crescita globale; con costi di finanziamento già ai minimi storici, il nuovo programma Bce non dovrebbe produrre grandi effetti sul loro umore di fondo.

Diverse società contattate da Reuters, tra cui Deutsche Telekom e Peugeot, vedono con favore la discesa dei costi di finanziamento ma sottolineano che non per questo intendono aumentare le emissioni. Oppure, come fa sapere ad esempio Atlantia, le nuove operazioni saranno esclusivamente destinate al rifinanziamento del debito esistente.

Dalla tedesca Bosch fanno inoltre notare che i benefici del basso costo di finanziamento vengono controbilanciati dai tassi sfavorevoli che le banche applicano ai depositi delle aziende.

POCHI DETTAGLI

Al momento mancano peraltro dettagli precisi sul funzionamento del programma, che partirà da giugno, a cominciare dalla sua portata.

Un sondaggio condotto da Reuters tra i trader indica una cifra di acquisti mensili di 8 miliardi, con previsioni che oscillano però tra 2 e 20. Piuttosto variabili appaiono anche le stime sull'ammontare in circolazione dei titoli acquistabili: si va da 444 a 800 miliardi, secondo il servizio Ifr di Thomson Reuters.

La Bce per ora si è limitata a dire che i bond che potranno rientrare nel programma devono essere emessi da società basate nella zona euro, non bancarie, con rating investment grade, e che soddisfino alcuni altri paramenti tecnici.   Continua...