Inps, calo incentivi pesa anche su contratti febbraio, stabili a -33%

martedì 19 aprile 2016 13:25
 

ROMA, 19 aprile (Reuters) - Prosegue anche in febbraio la contrazione delle assunzioni nel settore privato a seguito del decalage degli incentivi governativi per i contratti stabili.

Lo rileva l'Inps che per il secondo mese consecutivo, dopo l'exploit di dicembre 2015, segnala una flessione dei nuovi rapporti di lavoro sia nel complesso (-12% su anno) che, in particolare, a tempo indeterminato (-33%).

In febbraio, i contratti stabili accesi sono stati 94.961 contro i 118.017 di gennaio 2016 e i 141.331 di un anno prima. Guardando la tabella, se si esclude il mese di agosto, i dati sono i peggiori da quando il governo ha introdotto gli incentivi (gennaio 2015) e il nuovo contratto a tutele crescenti (marzo).

Minore la flessione tendenziale dei contratti a termine (-1%) e di apprendistato (-3%). Le cessazioni nel complesso risultano diminuite del 7%; quelle a tempo indeterminato sono invariate rispetto a febbraio 2015. In forte contrazione, -50%, anche il flusso di trasformazioni a tempo indeterminato.

"I flussi di rapporti di lavoro nei primi due mesi del 2016 risentono dell'effetto anticipo legato al fatto che dicembre 2015 era l'ultimo mese per usufruire dell'esonero contributivo triennale. In quel mese si sono registrati quasi 400.000 rapporti di lavoro instaurati - attivati o trasformati - con esonero contributivo, pari a quasi quattro volte la media degli 11 mesi precedenti (107.000)", spiega Inps.

La legge di Stabilità 2016 ha ridotto al 40% per un biennio (da tre anni) e fino ad un limite di 3.250 euro (da circa 8.000) lo sgravio contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato e le trasformazioni di rapporti a termine di lavoratori che, nei sei mesi precedenti, non hanno avuto contratti stabili.

Nel primo bimestre, il saldo tra assunzioni e cessazioni è positivo per 167.000 unita, ma inferiore al +244.000 di un anno fa. Anche in questo caso lo scarto, nota Inps "è totalmente attribuibile alle posizioni di lavoro a tempo indeterminato".

La vendita di voucher è stata pari in gennaio-febbraio a 19,6 milioni, con un aumento annuo del 45%. Il governo ha annunciato a breve una norma per rendere i buoni tracciabili.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia