PUNTO 1-UniCredit, max 1 mld per Atlante, impegno per successo Pop Vicenza-Ceo

giovedì 14 aprile 2016 18:24
 

(Riscrive aggiungendo quote Ghizzoni)

di Gianluca Semeraro

ROMA, 14 aprile (Reuters) - UniCredit si è impegnata ad aderire al fondo Atlante, nato come salvagente per i futuri aumenti di capitale delle banche italiane e per l'acquisto di sofferenze, con un apporto fino a 1 miliardo di euro acquisendo una quota non superiore al 20% e intende comunque fare il possibile affinché l'aumento di capitale di Popolare Vicenza, di cui è garante unico, vada in porto con successo.

Lo ha detto il Ceo Federico Ghizzoni aggiungendo che il fondo non nasce appositamente per Popolare Vicenza ma come operazione "di cui beneficia tutto il sistema".

"Abbiamo un impegno fino a 1 miliardo e non dovremmo superare il 20% del totale del fondo. Un miliardo è un tetto", ha detto Ghizzoni aggiungendo che dal Cda è già arrivato un ok di massima nell'ultima riunione e che un nuovo passaggio si avrà con l'appuntamento del 10 maggio.

Il banchiere ha poi spiegato che UniCredit "cercherà di portare a compimento con successo" l'operazione di ricapitalizzazione da 1,76 miliardi di Popolare Vicenza, di cui è garante unico fino a 1,5 miliardi. In caso contrario, ha aggiunto senza dettagliare, Atlante subentrerà su Popolare Vicenza "se sarà già operativo". Tuttavia, ha tenuto a precisare, "non siamo stati noi a cercare Atlante ma viceversa".

Il regolamento del fondo, al vaglio della Bce, prevede che possa avere anche una quota di maggioranza nelle banche e una durata di 5 anni, rinnovabile di anno in anno per altri tre, salvo uscita anticipata previa approvazione della sgr a monte.

"Ma la nostra intenzione non è uscire prima ma restare nel fondo sicuramente per i cinque anni previsti", ha detto Ghizzoni.

L'investimento del fondo prevede poi un ritorno "adeguato", ha proseguito Ghizzoni.   Continua...