BTP-Torna debolezza su calo Borse, acquisti Bce non danno sostegno

giovedì 14 aprile 2016 12:32
 

Tornano a prevalere le vendite sui Btp, per quanto limitate, di
pari passo col segno meno ricomparso a Piazza Affari, dopo la
giornata positiva di ieri.
    Quella odierna è la decima seduta negativa nelle ultime 12
per l'obbligazionario italiano che, in un contesto di scarsa
liquidità, ha rivisto a inizio settimana livelli precedenti
l'ultimo meeting Bce.
    ** "Continuiamo a seguire l'azionario e in particolare i
bancari, ma quando questi rimbalzano, il rimbalzo dei Btp non è
mai all'altezza, segno che c'è una debolezza di fondo del
mercato" spiega un trader. "Posso ipotizzare che qualche
operatore italiano impegnato in Atlante stia magari vendendo
qualche titolo di Stato per fare posto al nuovo investimento".
    ** In mattinata il rendimento sul Btp decennale è salito
fino all'1,35%, mentre lo spread su Bund tiene sotto quota 120
per via del passaggio in negativo anche della carta tedesca.
Sulla curva, le vendite toccano oggi soprattutto la scadenza
decennale, quella maggiormente premiata nel recupero di ieri. 
    ** Secondo il trader anche sul Bund traspare un momento di
debolezza: "mi aspettavo che con il potenziamento del Qe il
tasso sul benchmark decennale si sarebbe portato a zero, ma non
è successo, sembra che l'aumento degli acquisti Bce non stia
contribuendo a far scendere i tassi".
    ** Con le aste a medio lungo di ieri il Tesoro è arrivato a
coprire circa il 37% delle esigenze di rifinanziamento del 2016.
I quattro Btp collocati (per l'importo massimo di 8,25 miliardi
di euro) vengono offerti oggi in riapertura per complessivi
1,763 miliardi, di cui 1,05 del nuovo 3 anni aprile 2019.
    ** Stamane intanto il Tesoro irlandese ha collocato 750
milioni di titoli decennali al rendimento dello 0,817%. Da
inizio anno Dublino ha già raccolto quasi 5 miliardi, coprendo 
abbondantemente le esigenze del 2016.
    ** Sul fronte macro il focus è sull'inflazione: dopo la
lieve revisione al rialzo del dato della zona euro di marzo (a
zero da -0,1%), nel pomeriggio, in chiave Fed, si guarderà ai
numeri sui prezzi Usa, sempre di marzo.
    ** In Europa si torna a discutere della possibilità di
limitare l'esposizione delle banche ai titoli di Stato: secondo
fonti Ue sul tavolo dell'Ecofin della prossima settimana ci
saranno cinque proposte al riguardo.

============================ 12,00 =============================
 FUTURES BUND GIU.                     163,58   (-0,16)  
 FUTURES BTP GIU.                      139,38   (-0,24)  
 BTP 2 ANNI  (GEN 18)                 101,296  (-0,017)  0,006
 BTP 10 ANNI (DIC 25)                 106,029  (-0,276)  1,335%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                 117,131  (-0,523)  2,462%
 
========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------   PRECEDENTE
                                                      
 TREASURY/BUND 10 ANNI                           163         165
 BTP/BUND 2 ANNI                                  53          53
 BTP/BUND 10 ANNI                                118         117
 minimo                                        116,4       116,0
 massimo                                       120,0       122,1
 BTP/BUND 30 ANNI                                163         163
 BTP 10/2 ANNI                                 132,9       131,3
 BTP 30/10 ANNI                                112,7       113,4
 ================================================================
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia