RPT-PUNTO 1-Fondo banche, intesa partecipera' per max 20%, leva non mi fa impazzire"- Messina

mercoledì 13 aprile 2016 14:12
 

(Elimina refuso da titolo)

TORINO, 13 aprile (Reuters) - Il Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina, a margine di un evento a Torino, ha detto che l'istituto parteciperà al fondo a supporto delle situazione più critiche all'interno del sistema bancario fino ad un massimo del 20% del veicolo.

Messina ha poi risposto "non credo" alla domanda se al fondo aderirà anche Sga, Società per la gestione delle attività nata per il salvataggio di Banco Napoli.

Polemico sulla fuga di notizie attorno ai dettagli del piano 'Atlante, che prevde di sottoscrivere inoptati di aumenti di capitale e comprare sofferenze, il banchiere commenta: "E' stato diffuso un documento che non rappresentava in alcun modo le ipotesi su cui si stava lavorando".

Messina si è detto non entusiasta dell'idea di applicare una leva al fondo.

"L'idea della leva non mi fa impazzire", ha detto a margine della presentazione del nuovo 'concept' di filiale a Torino. "Se leva ci sarà dovrà essere limitata".

Secondo notizie stampa, Intesa dovrebbe partecipare ad Atlante con un miliardo cui si aggiungerebbero 500-600 milioni da Sga (ora nel perimetro della banca).

A una domanda sulla possibilità di aumentare la partecipazione in caso di necessità Messina ha ribadito la soglia massima del 20%.

Atlante, ha spiegato Messina, ha lo scopo di garantire l'aumento di capitale delle due banche che sono sotto i minimi regolamentari (Veneto Banca e Cassa di Vicenza) e assorbire una parte delle sofferenze bancarie a prezzi coerenti ai valori di libro. Per essere efficace, ha detto, l'operazione deve essere accompagnata dall'intervento governativo per la riduzione drastica dei tempi di recupero delle sofferenze a 3 anni, dagli attuali 7 anni.   Continua...