Francia conferma stima Pil +1,5% in 2016 e 2017, aumenta tagli spesa

mercoledì 13 aprile 2016 10:18
 

PARIGI, 13 aprile (Reuters) - Nonostante le organizzazioni internazionali abbiano peggiorato il proprio outlook, il governo francese ha confermato la stima di crescita dell'economia per quest'anno e il prossimo a 1,5%, aggiungendo che taglierà di più la spesa pubblica per compensare un'inflazione più bassa delle attese, che erode il gettito Iva.

Per centrare gli obiettivi di riduzione del deficit, Parigi cercherà di tagliare 3,8 miliardi aggiuntivi quest'anno, e 5 miliardi in più il prossimo, rispetto a quanto già previsto nel bilancio di quest'anno. Parigi quest'anno si è impegnata a portare il deficit a 3,3% dal 3,5% del 2015, mentre nel 2017 il disavanzo è previsto a 2,7%.

La stima di inflazione, precedentemente indicata a 1% quest'anno, è stata tagliata a 0,1%.

Il Fondo monetario, che ieri ha rivisto al ribasso per la quarta volta consecutiva in un anno le proprie previsioni di crescita mondiale, ritiene che il Pil francese crescerà di 1,1% quest'anno e di 1,3% il prossimo.

Secondo l'autorità di controllo dei conti pubblici francesi, l'obiettivo di una crescita del Pil di 1,5%, inserito nel governo nel programma di stabilità 2016-2019 che verrà presentato alla Commissione europea,è ancora raggiungibile, pur essendo all'apice del range delle stime degli economisti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia