Bce vede rischi da allentamento politiche bilancio in Paesi alto debito

giovedì 24 marzo 2016 10:14
 

ROMA, 24 marzo (Reuters) - L'orientamento espansivo delle politiche di bilancio, particolarmente accentuato in alcuni paesi come l'Italia, utile per sostenere una ripresa fragile, preoccupa per i rischi di inosservanza del Patto di stabilità e crescita (PSC), limitando la capacità di adattamento a possibili shock avversi.

Lo dice la Banca centrale europea nel suo Bollettino mensile, analizzando gli andamenti di finanza pubblica dei paesi dell'area.

"In particolare, i paesi con alti livelli di indebitamento devono compiere ulteriori sforzi di risanamento per condurre stabilmente il rapporto debito pubblico/Pil su un percorso discendente, rafforzando così la loro capacità di tenuta agli shock avversi", si legge nel Bollettino.

Per la Bce, i paesi dovrebbero utilizzare i risparmi straordinari derivanti dall'attuale contesto di tassi di interesse modesti per costituire riserve e migliorare la capacità di tenuta a shock futuri.

Nel tarare l'intonazione delle proprie politiche fiscali, dice la Banca centrale europea, "i governi devono trovare un equilibrio fra la riduzione dell'alto livello del debito e l'esigenza di non ostacolare la ripresa, rispettando pienamente nel contempo i requisiti del PSC".

Quindi quei paesi, e nel Bollettino viene menzionata la Germania per fronteggiare le spese per i rifugiati, "che dispongono di margine di manovra nei conti pubblici fanno bene a utilizzarlo", ma chi non ha questi margini, perché li ha esauriti, dovrebbe "continuare ad attuare le misure necessarie alla piena conformità con il PSC".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia