Btp Italia, primo titolo verso scadenza, fedeltà retail a circa 50%

martedì 22 marzo 2016 16:58
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Il primo Btp Italia, emesso nel marzo del 2012 per circa 7,3 miliardi e che il Tesoro rimborserà tra pochi giorni, è stato tenuto in scadenza da circa la metà degli investitori retail che lo hanno sottoscritto, per un importo nominale pari al 26% del totale emesso.

E' quanto spiegano a Reuters dal dipartimento del debito pubblico del ministero dell'Economia, aggiungendo che il titolo, che scadrà il 26 marzo, è stato sottoscritto per il 55% da piccoli risparmiatori, pubblico per il quali lo strumento, indicizzato all'inflazione nazionale, era stato disegnato.

Agli investitori che tengono in portafoglio il titolo fino alla scadenza il Tesoro assicura un 'premio fedeltà' del 4 per mille.

Il Tesoro offrirà un nuovo Btp Italia tra il 4 e il 7 aprile. Come nel caso dell'edizione precedente, annunciata a fine marzo 2015 e collocata a metà aprile, l'emissione ha durata otto anni. La cedola, ovvero il tasso annuo reale garantito anche in caso di deflazione, sarà annunciata il 1°aprile.

I dettagli del collocamento, che avrà come dealer Banca Imi e Unicredit e come co-dealer Banca Akros e Banca Sella, sono disponibili su www.dt.tesoro.it.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia