Banche, governo chiede fiducia a Camera su decreto sofferenze, Bcc

martedì 22 marzo 2016 13:39
 

ROMA, 22 marzo (Reuters) - Il governo ha posto alla Camera la questione di fiducia sul decreto che riforma le banche di credito cooperativo e istituisce una garanzia pubblica sulla cartolarizzazione delle sofferenze.

A dare l'annuncio è stato il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi.

L'inizio delle dichiarazioni di voto è previsto alle 10,30 di domani, alle 12,00 partiranno le votazioni.

Il via libera definitivo è atteso in settimana, poi il decreto andrà in Senato, dove dovrebbe essere convertito in legge al più tardi il 7 aprile.

Nel corso dell'esame in Commissione alla Camera sono stati concordati alcuni emendamenti per rendere più efficaci entrambi i provvedimenti.

Il ministero dell'Economia potrà emettere la garanzia sulla cartolarizzazione delle sofferenze (Gacs) non solo a favore delle banche ma anche di "altri intermediari finanziari".

La modifica, avallata dal governo, ha l'obiettivo di ampliare il numero di soggetti interessati ad acquistare i non performing loans.

Le risorse stanziate per far fronte agli oneri potenziali della garanzia salgono a 120 da 100 milioni.

Un ulteriore emendamento stabilisce che le sofferenze possano essere trasferite per un importo "non superiore al loro valore contabile netto alla data di cessione".   Continua...