Corte conti: non escludere aumento gettito Iva per rispetto target bilancio

martedì 22 marzo 2016 12:52
 

ROMA, 22 marzo (Reuters) - La Corte dei conti invita il governo a valutare l'opzione di un aumento del gettito Iva per garantire il percorso di azzeramento del deficit.

"Se, oltre al taglio delle spese, un contributo sarà necessario sul versante entrate, una ipotesi in discussione non escluderebbe, oltre a una revisione delle spese fiscali, un intervento sull'Iva", si legge nel rapporto sul coordinamento della finanza pubblica.

Il governo ha promesso di sterilizzare tutte le clausole di salvaguardia, cioè gli aumenti di Iva e accise già previsti a garanzia dei target di bilancio e che, per il 2017, valgono circa 15 miliardi di gettito.

I magistrati contabili sottolineano tuttavia che l'Iva assicura un gettito pari al 6% del Pil, il livello più basso fra i Paesi Ue, dovuto a due fattori: l'alta evasione fiscale e un'ampia quota di beni e servizi assoggettata ad aliquote ridotte.

Pertanto un intervento sull'Iva "si configurerebbe fra i meno distorsivi quanto ad impatto sull'economia", dice la Corte che suggerisce "un profondo riassetto della base imponibile, redistribuendone la collocazione fra l'aliquota ordinaria e quelle agevolate".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia