BTP in rialzo su toni accomodanti banche centrali, tasso 5 anni a min. storico

venerdì 18 marzo 2016 12:15
 

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Mattinata positiva per
l'obbligazionario italiano che, come il resto del comparto
europeo, è sostenuto dall'orientamento accomodante che
continuano a mostrare le principali banche centrali mondiali.
    ** All'apparente retromarcia di Federal Reserve, che è
sembrata allontanare il momento di un nuovo rialzo dei tassi e
alle rassicurazioni del numero uno di Banca del Giappone sulla
possibilità di ridurre ulteriormente i tassi in territorio
negativo, ieri sera si sono aggiunti i commenti del presidente
della Banca centrale europea Mario Draghi, che ha ribadito come
Francoforte abbia ancora i margini per tagliare il costo del
denaro dopo il pacchetto di misure varato la settimana scorsa.
    ** Il concetto espresso dal presidente Bce è stato ribadito
oggi dal consigliere Peter Praet, che siede nel comitato
esecutivo, intervistato da Repubblica.
    ** Nei verbali della riunione di politica monetaria di Banca
del Giappone dello scorso gennaio pubblicati stanotte è emerso
come il consiglio abbia discusso, oltre all'introduzione dei
tassi negativi, poi effettivamente varati, anche il
potenziamento del programma di acquisto asset.
    ** Intorno alle 12, il rendimento del decennale italiano
scende a 1,24%, nuovo minimo da aprile 2015.
Stabile in area 105 punti base, nei pressi dei minimi
dall'inizio dell'anno sui cui si tiebe da circa una settimana il
differenziale con il Bund decennale. 
    ** L'annuncio del pacchetto di nuove misure espansive da
parte della Bce la settimana scorsa, in particolare della nuova
serie di Tltro, ha incentivato il 'carry-trade' sulla parte
media della curva (5-7 anni), spingendo il rendimento del
benchmark a cinque anni al minimo storico sotto
0,3%.
    ** A mercati chiusi è atteso il pronunciamento sul rating
italiano da parte di Dbrs, che al momento assegna a Roma A(low),
corredato di outlook stabile. In un colloquio con Reuters due
settimane fa l'agenzia aveva parlato di margini limitati per un
miglioramento dell'outlook in questa fase. 
    ** Dbrs ha la valutazione più alta tra le quattro agenzie
prese in considerazione della Bce. Un abbassamento del rating da
parte sua comporterebbe una valutazione più severa sui titoli di
Stato italiani portati come collaterale in cambio di fondi della
banca centrale. 

        
=========================== 12,00 ==============================
 FUTURES BUND GIU.                     162,70   (+0,37)  
  FUTURES BTP GIU.                     140,31   (+0,34)  
 BTP 2 ANNI  (GEN 18)                 101,381  (+0,003)  -0,010%
 BTP 10 ANNI (DIC 25)                 106,915  (+0,298)  1,245%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                 118,148  (+1,340)  2,420%
 
========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------   PRECEDENTE
                                                      
 TREASURY/BUND 10 ANNI                           167         166
 BTP/BUND 2 ANNI                                  47          46
 BTP/BUND 10 ANNI                                104         105
 minimo                                        103,6       101,5
 massimo                                       105,6       105,9
 BTP/BUND 30 ANNI                                152         153
 BTP 10/2 ANNI                                 125,5       128,0
 BTP 30/10 ANNI                                117,5       120,5
 ================================================================
   
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia