PUNTO 1-Titoli Stato Italia, a dicembre calo portafoglio esteri -Bankitalia

martedì 15 marzo 2016 12:01
 

(aggiunge dati, contesto)
    MILANO, 15 marzo (Reuters) - È sceso in dicembre il
controvalore del portafoglio di titoli di Stato italiani
detenuti da investitori stranieri.
    Secondo i dati contenuti nel supplemento al bollettino
statistico 'Finanza pubblica, fabbisogno e debito' diffuso oggi
da Banca d'Italia, in dicembre il controvalore dei titoli
detenuti da investitori non residenti risultava pari a 695,973
miliardi di euro rispetto ai 719,803 miliardi di fine novembre.
    Il calo si spiega anche con il fatto che dicembre, con 57
miliardi, è stato il mese 2015 con il maggior volume di titoli
in scadenza, mentre il Tesoro, come negli anni precedenti, ha
annullato alcune emissioni. Nell'ultimo mese del 2015, di
conseguenza, il totale dei titoli di Stato italiani in
circolazione è diminuito di quasi 50 miliardi, a 1.822,243 (di
cui 1,707,211 a medio lungo termine) dai 1.871,060 di fine
novembre.
    In base a calcoli Reuters sui dati di Bankitalia, la quota
dei titoli del debito pubblico italiano in mano ad investitori
esteri passa al 38,2% del totale in dicembre dal 38,5% del mese
precedente.
    Il portafoglio esteri include anche i titoli di Stato
detenuti da investitori domestici attraverso soggetti non
residenti e quelli detenuti dalla Bce e da banche centrali di
altri paesi.
    
    PORTAFOGLIO 'NETTO'
    Al netto di queste ultime voci il portafoglio esteri si
riduce di circa una decina di punti percentuali, come
evidenziato anche dall'ultimo Bollettino economico di
Bankitalia, uscito a metà gennaio. Gli analisti calcolano che
tale differenza possa essere imputabile per circa il 6% ai
titoli detenuti dalla Bce (in gran parte quelli residui
nell'ambito del vecchio programma Smp e in misura minore quelli
acquistati direttamente col Qe, non attraverso Bankitalia) e per
la parte restante ai fondi esteri collegati a investitori
italiani.
    Oggi Bankitalia ha inoltre reso noto il dato sul proprio
portafoglio a fine gennaio, salito ulteriormente a 171,815
miliardi per effetto dell'avanzamento del programma di
quantitative easing. Nello stesso mese il totale dei titoli
nazionali in circolazione è risalito di una ventina di miliardi,
a quota 1.843,271 (di cui 1.723,698 a medio lungo termine). È
già quindi possibile calcolare che la quota di Bankitalia è
salita in gennaio al 9,3% del totale.
    
    Segue tabella con dettaglio dati:
        
                  Dicembre 2015   novembre 2015
                     mld - %         mld - %
                                         
 Banca d'Italia   165,159 - 9,1   159,573 - 8,5
 Banche italiane  387,224 - 21,2  404,542 - 21,6
 Assicur./Fondi   478,543 - 26,3  442,748 - 23,7
 Retail            95,445 - 5,2   144,394 - 7,7
 Esteri           695,873 - 38,2  719,803 - 38,5
                                         
 Totale             1.822,243       1.871,060
 
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia