Italia rispetterà obiettivi, linguaggio Ue su squilibri non sorprende - Renzi

martedì 8 marzo 2016 20:29
 

VENEZIA, 8 marzo (Reuters) - L'Italia non avrà difficoltà a rispettare gli obiettivi che si è data e il linguaggio utilizzato dall'Unione europa nella lettera di richiamo sugli squilibri economici eccessivi non è una sorpresa.

Lo ha detto il premier italiano Matteo Renzi, rispondendo durante la conferenza stampa del vertice italo-francese a una domanda sulla lettera con cui Bruxelles richiama Roma per un debito eccessivamente alto.

"Il linguaggio usato è assolutamente nella norma, non mi aspettavo nulla di diverso", ha detto Renzi, sottolineando come sia giusto che l'Europa sproni continuamente a migliorare, perchè tutti i Paesi all'interno della zona euro hanno degli squilibri, citando tra gli altri anche quello relativo al surplus commerciale.

"L'Italia non ha alcuna difficoltà a mantenere gli obiettivi che si è data perchè quella fase in cui non rispettava i propri compiti è finita", ha aggiunto Renzi, ribadendo che non sarà necessaria una manovra.

"Sono felice di poter smentire gli autorevoli commentatori che prevedevano una manovra correttiva", ha detto.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia