PUNTO 2-Italia resta sorvegliata speciale su debito, serve maggiore avanzo primario- Ue

martedì 8 marzo 2016 17:57
 

(Aggiunge dettagli da documento)

MILANO, 8 marzo (Reuters) - L'Italia continua a sperimentare squilibri macro che la Commissione europea giudica eccessivi: in un orizzonte di lungo termine, il cumulo del debito pubblico e l'anemica dinamica della produttività comportano rischi che potrebbero avere rilevanza anche a livello di zona euro.

Il nuovo monito Ue si concentra in particolare sul debito.

"Nel caso di Belgio, Finlandia e Italia la Commissione prosegue lo stretto monitoraggio sul rispetto dei parametri del debito, sottolineando l'importanza degli aggiustamenti strutturali raccomandati. La situazione verrà nuovamente valutata a maggio sulla base dei dati definitivi relativi al 2015, dei prossimi programmi di stabilità e delle stime di primavera [della Commissione]", scrive l'esecutivo in una comunicazione a Parlamento e Consiglio europeo, Bce ed Eurogruppo sullo stato delle riforme e degli squilibri macro.

La nota si inserisce nel 'Winter Package' con il quale, come prevede la procedura del semestre Ue, Bruxelles fa il punto sulla congiuntura e sui conti pubblici dell'Unione.

"La decisione sulla parte [del Winter Package] che riguarda i conti pubblici sarà finalizzata e resa pubblica domani" risponde il numero due della Commissione Vladis Dombrovskis alla domanda precisa se Bruxelles intenda inviare una lettera all'Italia.

Il vicepresidente lettone, responsabile per l'euro e il Dialogo sociale, tiene dunque particolarmente a mantenersi a un livello più generale.

Insieme a Belgio, Francia, Portogallo e Ungheria l'Italia resta nella categoria classificata come 'excessive imbalance'.

La ricetta per la riduzione del debito proposta da Bruxelles è la più classica: aumento dell'avanzo primario e crescita economica più sostenuta.   Continua...