Btp negativi in seduta volatile su ricca offerta primario, attesa per Fed

mercoledì 16 settembre 2015 12:21
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - In tarda mattinata il
secondario italiano appare pesante, con la sola eccezione della
parte extra lunga della curva, in una seduta volatile, dai
flussi contenuti, che ha visto la terza operazione di concambio
del Tesoro e che resta in attesa del verdetto della Fed sui
tassi Usa.
    Attorno alle 12,15 il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sul tratto a 10 anni si attesta a 114 punti base dai 116
del finale di seduta e, in parallelo, il tasso del decennale
sale a 1,90% l'1,89% dell'ultima chiusura. 
    In tarda mattinata, il Tesoro ha collocato tutti i 2
miliardi offerti in CctEu dicembre 2020 a fronte del ritiro di
cinque titoli tra Btp, Cct e CctEu in scadenza tra il 2016 e il
2018. 
    Ad esercitare un certo peso sul mercato, oltre
all'operazione di Via XX settembre, anche l'abbondante offerta a
livello europeo: in un'asta tecnicamente scoperta la Germania ha
collocato 1,549 miliardi di euro in titoli di Stato a 30 anni
(agosto 2046) con un tasso di 1,49% da 1,18% del precedente
collocamento mentre la Grecia ha collocato 1,3 miliardi in
titoli a 13 settimane con rendimento e bid-to-cover invariati
rispettivamente a 2,70% e a 1,30. 
    Tuttavia gli investitori non vogliono sbilanciare troppo le
posizioni in attesa del verdetto della Fed: domani sera infatti
la presidente dell'istituto centrale Usa renderà noto nel corso
della conferenza stampa se il rialzo dei tassi negli Stati Uniti
avverrà già questo mese o se invece si concretizzerà più avanti
entro la fine dell'anno.
    "Il mercato è tendenzialmente pesante da ieri quando è
partita la decisa correzione del Bund, anche in vista dell'asta
del 30 anni in agenda per oggi. Non si vedono flussi importanti,
come del resto nelle ultime sedute. E poi c'è l'attesa per la
Fed", spiega un operatore di una banca italiana.
    Qualche lume in più sulla robustezza dell'economia
statunitense potrebbe arrivare nel pomeriggio quando verrà
diffuso il dato sull'inflazione di agosto.
    La lettura finale dell'analogo dato per la zona euro si è
attestata ad agosto a 0,0% su mese (da -0,6% di luglio) e a 0,1%
su anno, rispetto a 0,2% del mese precedente a fronte di un
consensus per 0,2%.    
    Sul fronte macro, l'Ocse ha aggiornato le proprie previsioni
sulle economie della zona euro tra cui l'Italia, mostrandosi
meno ottimista del governo. L'organizzazione con sede a Parigi
infatti ha rivisto al rialzo la stima di crescita per il 2015 a
0,7% da 0,6% ipotizzato a giugno ma ha rivisto al ribasso la
stima per il 2016 a 1,3% da 1,5%. 
    Nei giorni scorsi il premier Matteo Renzi ha annunciato una
revisione al rialzo per il Pil 2015 a +0,9% da +0,7%.
   

============================ 12,15 ============================
 FUTURES BUND DIC.                      153,90   (-0,21)  
 FUTURES BTP DIC.                       134,10   (-0,13)  
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                   101,678  (-0,009)  0,136%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                   96,544  (-0,085)  1,900%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                  105,481  (+0,134)  3,000%
 ========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          152         149
 BTP/BUND 2 ANNI                                 38          37
 BTP/BUND 10 ANNI                               114         116
 minimo                                       112,9       114,9
 massimo                                      116,0       119,7
 BTP/BUND 30 ANNI                               150         150
 BTP 10/2 ANNI                                176,4       175,8
 BTP 30/10 ANNI                               110,0       111,6
 ================================================================
    
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia