Finlandia, verso aumento tasse per ricchi per coprire parte costi migranti

giovedì 10 settembre 2015 15:08
 

HELSINKI, 10 settembre (Reuters) - In Finlandia il governo di centrodestra ha proposto di alzare le tasse sui capital gain e sulle persone più abbienti, utilizzando le eventuali entrate per coprire i costi dei migranti che arrivano nel Paese.

Il ministro delle Finanze Alexander Stubb ha detto che lo scaglione più alto della tassa sui capital gain verrà alzato di un punto percentuale e che coloro che guadagnano più di 72.300 euro dovranno pagare un contributo di solidarietà per due anni.

Le misure proposte serviranno in parte per coprire le maggiori spese per l'immigrazione che, sulla base delle stime, quest'anno dovrebbero lievitare a 114 milioni di euro.

I parlamentari daranno il loro contributo prendendo una settimana di vacanza non pagata, mentre i ministri rinunceranno a una settimana di stipendio.

Martedì il governo ha presentato le riforme per il mercato del lavoro che prevedono tra l'altro la riduzione delle ferie per aumentare la competitività.

Da quattro anni l'economia finlandese è in contrazione a causa della debolezza della domanda da parte dei mercati europei e russi e a causa delle problematiche dei settori più votati all'export tra cui quello tecnologico.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia