Enav vede sbarco in borsa possibile in prima metà 2016 -presidente

sabato 5 settembre 2015 13:08
 

CERNOBBIO, 5 settembre (Reuters) - Il presidente di Enav Nani Beccalli-Falco auspica che lo sbarco in borsa della società che controlla e gestisce il traffico aereo civile possa avvenire intorno alla prima metà del 2016.

"Vediamo come vanno i mercati finanziari. Inoltre il governo italiano ha parecchia carne al fuoco con Poste, Fs e noi. Bisogna capire anche le disponibilità finanziarie sul mercato. Spero possa avvenire intorno alla prima metà del 2016", ha spiegato a Reuters Beccalli-Falco a margine del workshop Ambrosetti di Cernobbio.

Il manager ha poi detto che il piano industriale di Enav sarà pronto non più tardi dei primi mesi del prossimo anno e "servirà a far conoscere ai potenziali investitori la società che ha un altissimo contenuto tecnologico e ha ambizioni di espansione all'estero".

Si attende in questi giorni la scelta da parte del Tesoro, unico azionista con il 100%, delle banche che accompagneranno Enav in Borsa.

Secondo quanto riferito da alcune fonti a metà agosto, lo Stato intende vendere il 49% di Enav con un incasso stimato tra 700 e 800 milioni.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia