RPT-Target2 Securities, Italia al debutto, primo tra i grandi europei

lunedì 31 agosto 2015 19:02
 

MILANO, 31 agosto (Reuters) - L'Italia debutta senza particolari problemi su Target2 Securities, la piattaforma gestita dalla Bce per il regolamento delle transazioni europee di titoli in euro.

Per le banche italiane si completa così la migrazione da Monte Titoli a T2S, prevista in un primo tempo per il 22 giugno, e poi spostata dalla Bce al 31 agosto per i problemi tecnici evidenziati dagli operatori nazionali.

"Sta andando al di sopra le aspettative. Qualche piccolo aggiustamento è fisiologico. Sui pronti contro termine c'è qualche problema per i calcoli, ma non sembra niente di grave" commenta un operatore critico negli scorsi mesi sulla possibilità di migrazione a T2S. "Il tempo supplementare ha permesso di superare le problematicità emerse in precedenza".

I test per verificare il buon andamento della piattaforma e la migrazione a T2S hanno impegnato le strutture di back-office sino all'ultimo. "Siamo reduci da giornate molto lunghe per essere sicuri di un passaggio morbido" commenta il responsabile di una grande tesoreria bancaria.

Gli operatori, superato con successo il passo della migrazione, rinviano però a stasera e ai prossimi giorni per una verifica più completa del buon funzionamento di T2S in sede di post-trade. Inoltre oggi la chiusura del mercato britannico ha limitato gli scambi anche sulle altre piazze.

Al momento l'Italia, il cui peso sul totale dei paesi che hanno aderito sinora supera il 90%, rappresenta il vero test per la piattaforma europea. Il 22 giugno hanno spostato su T2S il regolamento della propria operatività in euro Grecia, Malta, Romania e Svizzera.

Tra gli altri di peso paragonabile all'Italia, la Francia aderirà a marzo 2016, la Germania a settembre 2016, la Spagna nell'ultima fascia a febbraio 2017.

"Monte Titoli ha supportato lo sviluppo del progetto T2S sin dalle prime fasi. Ora siamo orgogliosi di essere parte della piattaforma, che contribuirà ad armonizzare il regolamento cross-border in Europa" commenta in una nota l'AD di Monte Titoli Mauro Dognini, sottolineando per Monte Titoli "l'opportunità di ampliare l'offerta, fornendo soluzioni volte a migliorare l'efficienza dei servizi per i nostri clienti".

  Continua...