Monetario, tassi brevissimo stabili in zona depositi, immuni da tensioni

venerdì 21 agosto 2015 12:24
 

MILANO, 21 agosto (Reuters) - Tassi a brevissimo in territorio negativo sull'interbancario, che in settimana non ha risentito dell'ondata di volatilità riversatasi sui mercati finanziari emergenti, né della cautela espressa dal Federal Reserve rispetto a un rialzo dei tassi.

Overnight, spot/next e tom/next viaggiano nei pressi del tasso Bce depositi, a -0,20%, sia su repo che su cash, schiacciati da un eccesso di liquidità superiore ai 400 miliardi di euro e dall'orientamento ultraespansivo della Banca centrale europea.

"La situazione si è cristalizzata da un paio di settimane, con il brevissimo che tende a viaggiare sui livelli del tasso dei depositi", commenta un tesoriere da Milano, ricordando come l'importo raccolto dalle banche nell'operazione di rifinanziamento settimanale presso sia rimasto pressoché invariato intorno a 69 miliardi di euro.

"Non si riscontra alcun segnale di tensione, neppure in vista dei riversamenti fiscali italiani, al via all'inizio della prossima settimana", aggiunge l'operatore.

Intorno alle 12 su General Collateral Italia overnight, tom/next e spot/next viaggiano allineati a -0,19%, sullo stesso livello del comparto cash europeo.

Se sulle prossime mosse di Federal Reserve il dibattito resta aperto, la Banca centrale europea è infatti intenzionata a proseguire il piano di quantitative easing almeno fino a settembre dell'anno prossimo e comnque fino a quando l'inflazione, attualmente poco oltre lo zero, non si muoverà verso il target inferiore ma vicino 2%.

E visto che il nuovo brusco calo dei prezzi del greggio ha fatto rimergere, per la prima volta dall'avvio del Qe, aspettative di deflazione da qui a un anno Francoforte potrebbe anche dover ampliare la portata dello stimolo monetario.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia