Monetario, o/n resta su soglia depositi, mercato isolato da tensioni

venerdì 14 agosto 2015 12:01
 

MILANO, 14 agosto (Reuters) - Rimane in negativo, schiacciata intorno al riferimento dei depositi overnight presso la Bce, la parte brevissima della curva dei tassi sull'interbancario. In ragione dell'elevata liquidità, per quanto sottili gli scambi risultano perfettamente distesi.

Aumentato di una decina di miliardi rispetto alle scorsa settimana, il livello dei fondi in eccesso è calcolato intorno a 470 miliardi di euro, pare destinato a crescere ulteriormente e isola - quasi anestetizza - il mercato da qualsiasi tensione.

"Siamo su livelli di eccesso che fanno da scudo a qualsiasi evento non possa concretamente modificare la liquidità a disposizione delle banche" spiega l'operatore di una tesoreria.

"Lo abbiamo visto questa settimana con la svalutazione dello yuan e le sue ricadute sulle borse... lo stesso accadrebbe molto presumibilmente in caso di una stretta sui tassi Usa, fosse anche già il mese prossimo" aggiunge.

Si chiude intanto oggi sui mercati un'ottava impegnativa, in cui la divisa cinese ha messo a segno una correzione complessiva di circa 2,9%, record storico su base settimanale, con ricadute deteriori sull'azionario.

Passando al fronte europeo, dopo il via libera di questa mattina del parlamento ellenico al decreto sull'accordo con i creditori internazionali, è in agenda alle 15 una nuova riunione dell'Eurogruppo, il cui placet è necessario al concreto sblocco dei primi fondi.

"Non ci aspettiamo novità sostanziali nemmeno quando le banche greche dovessero tornare a finanziarsi in Bce... si passa dall'Ela al p/t ma l'ammontare dei fondi rimane lo stesso" conclude l'addetto ai lavori.

Poco prima delle 12 su General Collateral Italia overnight a -0,17%, tom/next a -0,18% e spot/next a -0,19%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia