RPT-Btp deboli, volumi scarsi, spread su Bund a 112 pb

mercoledì 5 agosto 2015 12:23
 

(Aggiunge paragrafo su "roll")
    MILANO, 5 agosto (Reuters) - - Secondario italiano debole in
tarda mattinata in una seduta dai volumi sottili, tipicamente
estivi, e caratterizzata da diversi spunti sul fronte macro
italiano ed europeo.
    Attorno alle 12, il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sul tratto a 10 anni si attesta a 112 punti base, ai minimi
da inizio maggio, dai 118 del finale di seduta di ieri e il
tasso del decennale scmbia a 1,80%, da 1,78% di ieri in
chiusura. 
    Al restringimento dello spread Italia/Germania contribuisce
il "roll" di Tradeweb tra il nuovo benchmark decennale tedesco
agosto 2025 e il vecchio febbraio 2025.
    Qualche pressione si è registrata, a detta degli operatori,
in concomitanza con gli appuntamenti sul primario di Grecia e
Germania: Atene ha collocato 813 milioni di euro in titoli di
Stato a 26 settimane, con un tasso invariato a 2,97%.
 Berlino invece ha collocato 3,265 miliardi di
euro in Bobl in scadenza nel 2020, con tasso in calo a 0,04% dal
precedente 0,17%. 
    Il mercato invece sembra aver metabolizzato i commenti del
presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, che ieri si è
mostrato favorevole a un rialzo dei tassi di interesse negli Usa
a settembre, provocando un calo dei prezzi nei governativi
americani ricalcato in mattinata dai titoli di Stato tedeschi.
    "Abbiamo assistito a qualche pressione in mattinata
soprattutto sull'asta greca, poi risoltasi. Sembrano superate
senza grossi scossoni anche le dichiarazioni di Lockhar della
Fed sui tassi", spiega un trader di una banca milanese
prevedendo che la scarsità dei volumi, che caratterizza la
seduta odierna, accompagnerà gli operatori per tutto il mese.
    Ricca l'agenda macro sia sul fronte italiano che su quello
della zona euro che ha offerto un quadro misto dello stato di
salute delle principali economie europee. Fra i dati
maggiormente attesi quello della produzione industriale italiana
che a giugno ha visto l'indice scendere dell'1,1% sul mese
precedente, mettendo a segno il calo maggiore dal maggio 2014.
Anche l'indice corretto per i giorni lavorativi ha registrato
una flessione dello 0,3% dopo il 3,1% di maggio (rivisto da 3%),
il calo maggiore dal -2,2% di gennaio 2015. 
    A livello di zona euro da segnalare le vendite al dettaglio,
scese ben oltre le attese a giugno e l'indice
Pmi composito finale di liglio che ha visto una lettura
superiore alle stima flash.

============================ 12,00 =============================
 FUTURES BUND SETT.                   154,16    (-0,40)   
 FUTURES BTP SETT.                    136,36    (-0,12)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,907   (+0,004)  0,073%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                  97,456   (-0,124)  1,791%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                 108,394   (-0,441)  2,861%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          157         158
 BTP/BUND 2 ANNI                                 33          34
 BTP/BUND 10 ANNI                               112         118
 minimo                                       111,0       115,7
 massimo                                      113,1       119,2
 BTP/BUND 30 ANNI                               148         152
 BTP 10/2 ANNI                                171,8       169,9
 BTP 30/10 ANNI                               107,0       106,7
 ===============================================================
    
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia