PUNTO 1-Borsa, crescono controvalori, contratti in Sem1, Fineco prima su equity - Assosim

mercoledì 22 luglio 2015 16:14
 

(aggiunge dettagli)

MILANO, 22 luglio (Reuters) - I primi sei mesi dell'anno hanno visto un aumento del 16,65% dei volumi di azionario negoziati a Piazza Affari rispetto al corrispondente semestre 2014 e una crescita del 6,16% dei contratti conclusi. Con una quota di mercato del 20% circa FinecoBank, secondo i dati a cura di Assosim, campeggia in cima alla classifica "equity", elaborata aggregando i volumi scambiati in conto terzi su Mta, Bats Chi-X ed Equiduct.

Seguono IwBank e Banca Imi con rispettivamente il 10,7% e l'8,7% del mercato.

La controllata di Unicredit è anche prima per numero di operazioni (17,7%) davanti a Banca Imi (10,9%) e IwBank (8,5%).

Nel periodo registrano un incremento anche i controvalori sul mercato dei covered warrant e dei certificates (SeDeX +29,55%) e una diminuzione del 4,56% su quello obbligazionario.

Con circa il 6% del mercato, sono Morgan Stanley, Société Générale e Fineco Bank i primi tre intermediari per operatività totale sulla borsa (Mta) e sui "futures su indice", seguiti da IwBank e Banca Imi, con la controllata di Unicredit in cima alla classifica per numero di transazioni stipulate.

Annunciando le statistiche semestrali l'associazione degli intermediari ha pubblicato per la prima volta la classifica degli intermediari sul mercato ExtraMOT, dove vengono quotati strumenti a sostegno delle Pmi. Tale segmento, dove spicca per volumi totali di negoziazione Banca Akros con il 20,77% del mercato, accusa nel periodo una contrazione dei controvalori scambiati di circa il 40% "dovuta essenzialmente all'allargamento degli spread bid-offer registrato, in generale, sulle emissioni corporate con la conseguenza di una maggiore illiquidità del comparto", spiega Assosim in un comunicato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia