Borsa, crescono controvalori e contratti in primo semestre - Assosim

mercoledì 22 luglio 2015 12:11
 

MILANO, 22 luglio (Reuters) - I primi sei mesi dell'anno hanno visto un aumento del 16,65% dei volumi negoziati rispetto al corrispondente semestre 2014 e del 6,16% dei contratti conclusi a Piazza Affari, con un incremento dei controvalori sul mercato dei covered warrant e dei certificates (SeDeX +29,55%) e una diminuzione del 4,56% su quello obbligazionario.

E' quanto emerge dai dati semestrali relativi alle transazioni effettuate dagli intermediari associati a Assosim che, per la prima volta, pubblica la classifica degli intermediari sul mercato ExtraMOT dove vengono quotati strumenti a sostegno delle Pmi.

Tale segmento, dove spicca per volumi totali di negoziazione Banca Akros con il 20,77% del mercato, registra nel periodo una contrazione dei controvalori scambiati di circa il 40% "dovuta essenzialmente all'allargamento degli spread bid-offer registrato, in generale, sulle emissioni corporate con la conseguenza di una maggiore illiquidità del comparto", spiega una nota dell'associazione degli intermediari.

Con circa il 6% del mercato, sono Morgan Stanley, Société Générale e Fineco Bank i primi tre intermediari per operatività totale sulla borsa (Mta) e sui "futures su indice", seguiti da IwBank e Banca Imi, con la controllata di Unicredit in cima alla classifica per numero di transazioni stipulate. Sul domestic MOT Banca Imi è prima con il 13,38% del mercato, Banca Sella Holding seconda con il 9,10% e Banca Akros con il 7,89%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia