Grecia propone a creditori avanzo primario a 0,8% in 2015, riforma Iva

mercoledì 3 giugno 2015 15:11
 

BRUXELLES, 3 giugno (Reuters) - La proposta avanzata dalla Grecia ai creditori internazionali prevede un obiettivo di avanzo primario per il 2015 dello 0,8% e per il 2016 dell'1,5%, livelli ben inferiori a quelli previsti nel programma di bailout ellenico.

E' quanto hanno riferito a Reuters due fonti a conoscenza delle trattative.

Nel documento di 47 pagine, inviato da Atene ai creditori, c'è anche un impegno a scoraggiare il pensionamento anticipato, nell'ambito della riforma delle pensioni, in linea con le precedenti proposte greche, secondo quanto riferito dalle fonti.

Al momento non è charo se Atene abbia offerto nuove concessioni relativamente alle riforme del lavoro o delle pensioni, i principali punti di frizione coi creditori.

Secondo le fonti, la proposta prevede anche un nuovo sistema di aliquote per l'Iva di 6,11% e 23% su svariati beni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia