PUNTO 1-Italia, per Ocse ripresa fragile, riforme possono aiutare crescita

mercoledì 3 giugno 2015 12:17
 

* Ocse conferma stima Pil Italia 2015 a +0,6%

* Rivista previsione Pil 2016 a +1,5% da +1,3% marzo

* Disoccupazione stimata a 12,7% in 2015, 12,1% in 2016

* Ocse vede crescita zona euro 2015 +1,4%, 2016 +2,1% (aggiunge dettagli da rapporto, cambia titolo)

MILANO, 3 giugno (Reuters) - La ripresa è iniziata in Italia, anche se "graduale" e ancora "molto fragile", ma le riforme strutturali potranno garantire una crescita sostenibile più alta e inclusiva.

Lo sostiene l'Ocse, che nell'Economic Outlook semestrale pubblicato oggi conferma per quest'anno la stima di crescita dello 0,6% diffusa a marzo.

L'organizzazione sottolinea che "l'insieme dei fattori che sostengono la crescita italiana è il più propizio da alcuni anni" e migliora la proiezione per il Pil dell'anno prossimo, a +1,5% da +1,3%.

La crescita del paese rimane ad ogni modo sensibilmente inferiore a quella della zona euro nel suo complesso, stimata dall'Ocse a +1,4% nel 2015 e a +2,1% nel 2016.

"Le esportazioni continueranno a sostenere la crescita, ma la ripresa si allargherà ai consumi privati" si legge nel rapporto, nel capitolo dedicato all'Italia. D'altra parte, sottolinea, il tasso di disoccupazione rimane alto, stabile nel 2015 (al 12,7%, come nel 2014), ma con una diminuzione che si dovrebbe cominciare ad osservare nel 2016 (al 12,1%).   Continua...