Italia, crescita anche in prossimi trimestri, attuare riforme -Visco

martedì 26 maggio 2015 10:40
 

ROMA, 26 maggio (Reuters) - L'aumento del Pil italiano nel primo trimestre, dopo una lunga fase ciclica sfavorevole, è destinato a proseguire anche negli altri trimestri del 2015. Centrale per dare slancio alla ripresa sarà il ruolo dell'innovazione.

Ignazio Visco, nelle sue considerazioni finali, saluta il ritorno alla ripresa dell'economia italiana, sottolineando che anche la dinamica degli investimenti è tornata positiva. "Secondo le valutazioni delle imprese potrà rafforzarsi nel corso dell'anno" scrive il governatore di Banca d'Italia, ricordando che all'accelerazione delle esportazioni si accompagna il recupero della domanda interna.

Per un ritorno a una crescita stabile serviranno sforzi maggiori di innovazione per adeguarsi a nuove tecnologie e competizione a livello globale.

Al governo Visco riconosce di aver intrapreso un'azione di riforma a cui hanno guardato favorevolmente anche istituzioni internazionali e mercati. "Per non deludere le aspettative di cambiamento occorre allargarne lo spettro e accelerarne l'attuazione" anche se i benefici non sempre sono immediati.

In tema di lavoro "la forte espansione delle assunzioni a tempo indeterminato nei primi mesi del 2015, favorita anche dai consistenti sgravi fiscali in vigore da gennaio, è un segnale positivo" perchè "suggerisce che con il consolidarsi della ripresa l'occupazione potrà crescere e orientarsi verso forme più stabili".

La sostenibilità della finanza pubblica italiana, periodicamente messa in discussione, è garantita dagli interventi di riforma attuati sul sistema pensionistico pubblico, più che in altri paesi europei. Occorre in ogni caso avviare una rapida riduzione del rapporto tra debito pubblico e Pil che passa da più elevati livelli di crescita del reddito, aggiunge il governatore.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia