RPT-Italia resta tra paesi a squilibrio eccessivo, serve intervento e monitoraggio - Ue

mercoledì 13 maggio 2015 13:45
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Insieme alle compagne della zona euro Francia e Portogallo oltre alle sorelle Ue Bulgaria e Croazia, l'Italia fa parte dei Paesi comunitari che presentano squilibri macro "eccessivi".

Ampiamente anticipato, il giudizio è contenuto nelle raccomandazioni 'country-specific' per il 2015 pubblicate da Bruxelles in un documento dal titolo 'Necessari sforzi aggiuntivi a sostegno di una solida ripresa'.

Una situazione come quella italiana, "richiede incisivi interventi di politica economica e specifico monitoraggio", afferma la Commissione Ue.

Parte integrante della procedura del semestre europeo, la pagella della Commissione suddivide i Paesi in sei categorie e mette Roma nella quinta, posto che nella sesta - quella che prevederebbe l'apertura della procedura per eccesso di deficit - non vi è nessun paese.

Procedendo dall'alto sono dieci i più virtuosi - tra cui ad esempio Austria e Lussemburgo - identificati come privi di squilibri, mentre la seconda categoria che presenta semplici "squilibri", che richiedono generici interventi di politica economica e monitoraggio comprende, per esempio Belgio e Olanda.

Al terzo posto Germania e Ungheria, con "squilibri che richiedono interventi di politica economica mirati e monitoraggio".

Al quarto Irlanda, Spagna e Slovenia, per cui si individuano squilibri tali da rendere necessario uno "specifico monitoraggio".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia