Monetario, brevissimo ancora in negativo, eccesso liquidità in lieve calo

venerdì 8 maggio 2015 12:44
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Tassi a brevissimo ancora preceduti dal segno meno sull'interbancario, in un contesto che vede in lievissimo calo l'eccesso di liquidità rispetto alla settimana scorsa.

Intorno alle 12,30 l'overnight tratta a -0,15% su cash e -0,013% su repo, a fronte di un Eonia fissato due giorni fa a -0,088%.

"E' stata una settimana caratterizzata da tassi, per lo meno sul brevissimo, molto stabili e non ci aspettiamo variazioni nemmeno nei prossimi giorni. A conferire stabilità contribuisce l'eccesso di liquidità che è piuttosto consistente", dice il tesoriere di una banca italiana.

L'eccesso di liquidità, secondo la stima dell'operatore, si è attestato in settimana a 270-280 miliardi di euro, in calo di 10-20 miliardi rispetto alla scorsa.

"Questa settimana si è ridotto un po' anche a causa della minor quantità di fondi richiesti dalle banche nel p/t settimanale", spiega l'operatore.

Nel finanziamento settimanale di martedì scorso, la Bce ha assegnato fondi per 95,233 miliardi contro i 108,485 miliardi in scadenza.

"Per i prossimi sette giorni non mi aspetto un importo molto diverso dall'attuale, saremo a un livello tra 290 e 300 miliardi, tenendo conto anche della liquidità che la Bce immette nel sistema con l'acquisto di titoli di Stato".

Stamane intanto Via Nazionale ha diffuso i dati mensili relativi all'esposizione degli istituti italiani ai finanziamenti Bce. A fine aprile, i finanziamenti in essere sono scesi, portandosi a 159,224 miliardi da 165,696 miliardi di marzo. In flessione sia le posizioni sui finanziamenti a lungo termine sia la liquidità ottenuta attraverso le operazioni a sette giorni.

I dati Bankitalia certificano infine che il debito "Target2" è calato, sempre nel mese di aprile, a 177,232 miliardi da 191,510 miliardi del mese precedente.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia