PUNTO 1-Grecia, Padoan/Varoukakis fiduciosi su accordo, ma difficile lunedì

mercoledì 6 maggio 2015 18:46
 

* Sempre più difficile accordo all'Eurogruppo di lunedì

* Ma si lavora su "piattaforma" per una successiva intesa

* Pagata oggi tranche debito con Fmi, collocati titoli (Accorpa pezzi, aggiunge background)

ROMA, 6 maggio (Reuters) - Dopo un colloquio durato quarantacinque minuti con il responsabile delle Finanze greco Yanis Varoufakis, il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha detto che tutti i Paesi della zona euro vogliono una soluzione positiva sul debito di Atene, anche se un accordo non arriverà necessariamente lunedì prossimo al vertice dell'Eurogruppo.

"Abbiamo concordato sul fatto che bisogna far presto e che è volontà di tutti che ci sia una soluzione positiva. Vedremo se l'11 o forse un po' più avanti", ha detto Padoan ai cronisti a margine di un convegno, dopo l'incontro al Tesoro con Varoufakis di oggi pomeriggio.

"Sono fiducioso che la Grecia farà del suo meglio", ha aggiunto il ministro.

Poco prima, uscendo dal palazzo di via XX settembre, il responsabile delle Finanze greco aveva definito "eccellente" il colloquio avuto con Padoan, ma era stato più possibilista sull'ipotesi di un accordo già lunedì: "Abbiamo avuto uno scambio di vedute veramente fruttuoso e intenso sul modo migliore per fare dell'Eurogruppo di lunedì prossimo una piattaforma per avviare un accordo fra la Grecia e i nostri partner che non solo risolva i negoziati attuali ma possa portare a un periodo dopo giugno che possa permettere all'economia greca una ripresa e di crescere nuovamente", aveva detto ai giornalisti.

Già nel primo pomeriggio, però, da Parigi, il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem - che venerdì vedrà Padaon a Roma - aveva raffreddato le attese affermando di non vedere possibile, ad ora, un accordo lunedì stanti le questioni che restano irrisolte tra Atene e i suoi creditori riguardo alla famigerata intesa "riforme in cambio di fondi".

Commissione Ue, Fondo monetario europeo e Bce, dal canto loro, hanno ribadito nel pomeriggio in una nota congiunta che si stanno adoperando al massimo con l'obiettivo di raggiungere "progressi concreti" già nei colloqui di lunedì.   Continua...