Grecia ha ancora giorni, non settimane, per intesa su riforme - funzionari euro

mercoledì 29 aprile 2015 17:55
 

BRUXELLES, 29 aprile (Reuters) - Ad Atene restano giorni, non certo settimane, per arrivare a un'intesa con i creditori internazionali - riforme in cambio di fondi - che le garantisca un terzo pacchetto di sostegno finanziario più che mai urgente, evitando l'insolvenza a fine giugno, quando tecnicamente si chiude il secondo programma di 'bailout' da 240 miliardi di euro.

Lo riferiscono funzionari della zona euro, che si aspettano dalla Grecia nuove aperture nei confronti della famigerata troika - Ue, Fmi e Bce - già in settimana.

Esclusa dai mercati finanziari, la Grecia sta velocemente esaurendo la liquidità necessaria a corrispondere i dovuti salari ai dipendneti pubblici, versare regolarmente le pensioni e far fronte alle scadenze del debito.

"Il governo non è in grado di finanziarsi senza un terzo programma di aiuti e senza nuovi fondi", dice un alto funzionario della zona euro.

"Non stiamo più parlando di settimane ma di giorni" aggiunge.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia