PUNTO 1-Banche Italia, a marzo venduti 7,2 mld Btp, comprati esteri

mercoledì 29 aprile 2015 18:37
 

(aggiunge commento, contesto)

MILANO, 29 aprile (Reuters) - In marzo le banche italiane hanno venduto titoli della Repubblica per 7,2 miliardi, riducendo il relativo stock a 433 miliardi. Nello stesso periodo hanno acquistato titoli di debito di altri paesi della zona euro per 4,9 miliardi.

Il portafoglio di titoli governativi esteri è salito così 29,3 miliardi e l'esposizione sovrana complessiva si attesta a 462,2 miliardi, in leggero calo dal mese precedente.

I dati statistici, diffusi dalla Bce, coprono anche le prime settimane dopo l'avvio del quantitative easing, partito il 9 dello scorso mese.

Il trend italiano di diversificazione del portafoglio di titoli di Stato è in linea con quello emerso a livello europeo.

"A marzo le banche europee hanno comprato titoli di Stato non domestici per 10 miliardi di euro e venduto titoli domestici per 20 miliardi" fa notare lo strategist di UniCredit, Luca Cazzulani.

La tendenza alla diversificazione, in atto da tempo, è più evidente nel caso di Paesi periferici come Italia e Spagna, scrive l'analista.

Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, nel presentare i risultati 2014 sottolineava come nell'ultimo trimestre la banca non avesse rinnovato parte dei Btp in scadenza, facendo seguito a una riduzione del portafoglio per 17 miliardi effettuata già nei primi 9 mesi dello scorso anno.

Un rapporto sull'esposizione delle banche al rischio sovrano a cura dello European Systemic Risk Board, presieduto da Mario Draghi, esponeva a marzo una serie di possibili 'correttivi' regolamentari rispetto alla tendenza delle banche a privilegiare gli acquisti di titoli nazionali.   Continua...