Grecia, no alternative ad accordo, si faccia presto - Varoufakis

venerdì 24 aprile 2015 13:33
 

RIGA, 24 aprile (Reuters) - Il raggiungimento di un accordo tra Grecia e creditori internazionali è difficile, ma un'intesa si troverà velocemente, perché non ci sono alternative.

Lo ha detto il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis, riconoscendo come il governo sia consapevole di non avere il diritto di far fallire i negoziati.

Parlando in conferenza stampa dopo l'incontro con i colleghi della zona euro, il ministro greco ha sottolineato come nelle ultime settimane il processo negoziale abbia visto avvicinarsi le posizioni su alcuni punti, tra cui le privatizzazioni e l'amministrazione della giustizia, ma che restano delle differenze significative.

Un'accelerazione dei tempi potrebbe aversi se i creditori decidessero di versare solo una parte dei prestiti in cambio di una lista di riforme più corte, ha suggerito il ministro greco.

La Grecia - ha ribadito - non intende accettare misure che compromettano la crescita, come i tagli alle pensioni, e ritiene controproducente il provvedimento sui pignoramenti richiesto dai creditori.

Inoltre Atene non sottoscriverà impegni sull'avanzo primario che siano impossibili da raggiungere.

Varoufakis ha riconosciuto la situazione di estrema ristrettezza finanziaria in cui si trova il governo di Atene, che sta finanziando tutte le scadenze con le proprie risorse.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia