Italia, trend riduzione deficit più lento stime governo - Prometeia

venerdì 24 aprile 2015 11:25
 

MILANO, 24 aprile (Reuters) - La dinamica di riduzione del deficit italiano sarà più lenta di quanto previsto dal governo nel quadro macroeconomico e di finanza pubblica contenuto nel Def.

E' quanto emerge dal rapporto di previsione di Prometeia, che vede il disavanzo al 2,9% del Pil nel 2015 e sotto il 2% solo nel 2017, mentre l'esecutivo indica il deficit al 2,6% quest'anno e all'1,8% già il prossimo.

Secondo Prometeia il debito, salito al 132,1% del Pil l'anno scorso, picco dal 1995, crescerà ancora, seppure in misura modesta quest'anno, portandosi al 130,7% nel 2017. Nel Def il debito/Pil è previsto al 132,5% quest'anno e 130,9% il prossimo.

L'istituto di ricerca bolognese conferma per quest'anno una crescita dello 0,7%, in linea alle previsioni del governo, mentre si rivela più ottimista per il 2016, in cui proietta una crescita dell'1,6%, contro 1,4% della stima dell'esecutivo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia