Renzi ribadisce: no nuove tasse, nessun impegno su margine 1,6 mld

venerdì 10 aprile 2015 22:35
 

ROMA, 10 aprile (Reuters) - Matteo Renzi torna a ribadire che il governo non intende aumentare la pressione fiscale.

"Non ci sono nuove tasse. È finito il tempo delle tasse da aumentare", ha detto il presidente del Consiglio al termine della riunione di governo nella quale è stato approvato il Documento di economia e finanza (Def), con il nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica.

Il Consiglio dei ministri si sarebbe dovuto riunire alle 10,00 ma Renzi ha spostato la convocazione alle 20,00 per un ulteriore approfondimento dei testi.

Le opposizioni hanno cominciato a speculare sui motivi del rinvio. Renato Brunetta (Forza Italia) ha ipotizzato problemi con la Commissione europea sui target di bilancio.

"Lo dico a chi da stamattina sta gufando: abbiamo riletto il testo del Def per fare un provvedimento il più trasparente possibile", dice Renzi.

Il Def mantiene per il 2015 l'obiettivo di deficit al 2,6% del Pil a fronte però di un 2,5% tendenziale. La differenza, 0,1 punti di Pil o 1,6 miliardi in valore assoluto, andrà a finanziare misure di sostegno dell'economia.

"Decideremo se e come utilizzare questo margine sulla base delle priorità che riterremo fondamentali e necessarie", dice Renzi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia